Sperimentarte terzo incontro

Martin Etienne

Etiene Martin, Demeure, 1962

Etienne Martin, Demeure, 1962

Alexander Calder, presentazione per unità didattica

Risorse in rete:

http://www.ascuoladiguggenheim.it/home.php

http://www.moma.org/learn/moma_learning

http://whitney.org/Education/ForTeachers

http://www.guggenheim.org/new-york/education/school-educator-programs/learning-through-art

http://www.tate.org.uk/learn/online-resources

ESITI DEL LABORATORIO SU ETIENNE MARTIN

LABORATORIO ETIENNE MARTIN

Ripartire

Ripartire

“Linee tristi si annodano casualmente, approda un naufrago trascinando povere cose di sé. Soffia un vento di rinascita.”

GetAttachment-6

MATERIA

“G.E.O.M.E.T.R.I.A. (grigia emozione ordina movimenti e trasforma rapidamente illusioni astratte)”

GetAttachment-2

VIAGGIO

“Viaggio nomade, viaggio profugo, viaggio disperato, viaggio di speranza, viaggio di scoperta, viaggio perdita, viaggio solitudine, viaggio rinascita, viaggio ricerca, viaggio interiore, arrivo. Viaggio”

GetAttachment-3

N(uovo)

“É tutto dimenticato, abbandonato, usato, rotto, spento, opaco…Morto! A poco, a poco tutto si riannoda, si assembla, si piega, si intreccia, acquisisce un nuovo senso. Tra le fessure, le crepe, la vita si insinua… una nuova speranza!”

Fra nebbia e argini

Fra nebbia e argini

“Piego, assemblo, sovrappongo/ vanno lente le mie mani/ corda, panno lana e terra/ questo è il peso del mio mondo. /Stanco, immobile e pesante/sotto scacco del destino/tengo insieme i miei fardelli e mi guardo rughe e calli. /Parto senza una meta ed annodo i miei ricordi così assieme ai miei pensieri/non son solo nella nebbia.”