Gestione DSA (aspetti psicologici)

1) Perché è più importante riconoscere un non …. DSA
2) Difficoltà di apprendimento e DSA: somiglianze e differenze.
3) Presentazione del progetto sulle seconde (identificazione precoce delle difficoltà di apprendimento, non Dsa e Dsa) dell’Istituto Jacopo San Vitale (a.s. 2014/2015) con spiegazione di alcuni risultati e curiosità.
4) Schede, strumenti e attività “tecniche” per le difficoltà di apprendimento.
(Metodologia della psicologia cognitivo - comportamentale)
5) Lavorare su di sé per stare nella relazione con l’alunno con difficoltà di apprendimento
In sostanza l’intervento verte sulla priorità del riconoscere e discriminare tra non DSA e DSA. Riconoscere e discriminare aiuta il docente ad impostare piani di studio personalizzati. Molti non Dsa sono difficoltà recuperabili senza necessariamente delegare o aspettarsi qualcosa da figure esterne alla scuola. Ovvero: ci sono io docente e cosa posso fare io docente? Chi meglio di me può aiutare il mio alunno che sia o meno un DSA?
Il quinto punto è molto importante; fa da collante fra la prima parte tecnica dell’intervento e la seconda centrata maggiormente sull’importanza dell’insegnante.
Difatti fare schede e attività tecniche specifiche serve ed è molto importante …. ma non basta, perché fondamentale è imparare a conoscersi come “professionisti” calati in relazioni. Portare quindi consapevolezza e attenzione al nostro modo di stare ed essere nella relazione è un compito dell’insegnante, oggi ancora di più (i nostri bisogni, le nostre aspettative, i nostri schemi di risposta automatici allo stress ecc. ecc.).


Formatore: Marco Folloni

Data: 25 gennaio 2016, h. 16:45

Luogo: IC Sanvitale

Destinatari: primaria

Max partecipanti:

Iscriviti online

Materiali

Inserire qui i link ai materiali prodotti

Competenze

Postato il

19 gennaio 2016